Regole Abandonware


Estratto dalla FAQ Italiana sull'Abandonware 1.00 a cura di Martin del SitoSenzaNome.it.


A. Definizione di Abandonware

Per Abandonware si intendono tutti quei Titoli, sia Videogiochi che Applicazioni, per PC, MAC, Amiga, C64, Apple ed altri Home Computer (escluse Console) che:

  1. siano più vecchi di 5 anni;
  2. non siano attualmente distribuiti dalle Software House produttrici o da altre Società (alle quali hanno ceduto i loro Diritti). Quando certi Abandonware ritornano in commercio cessano immediatamente di essere tali;
  3. non siano più supportati dalle Software House produttrici o da altre Società (alle quali hanno ceduto i loro Diritti);
  4. non siano stati espressamente definiti dalle Software House produttrici o da altre Società (alle quali hanno ceduto i loro Diritti o che gestiscono i loro interessi) come titoli NON Abandonware nonostante rientrino nei 3 punti precedenti.

B. Perché l'Abandonware è Illegale

Secondo le Leggi degli Stati Uniti ed alcuni Trattati Internazionali, un Copyright (Diritto d'Autore) appartiene all'Autore fino a 50 anni dopo la sua morte o, se il Copyright appartiene ad una Società, dopo 75 anni dalla creazione del prodotto stesso. Prima che sia passato questo tempo nessuno ha il Diritto di copiare il Software. Se una persona tenta di copiare del Software ancora detenuto da un Copyright commette un reato ed è soggetto a sanzioni civili e penali. L'IDSA (International Digital Software Association) è un'Organizzazione che mira a tutelare il Copyright sul Software.

(N.B.: punto C. espressamente ommesso)

D. Quali sono gli scopi dell'Abandonware

Il Movimento Abandonware persegue essenzialmente 2 scopi:

1) preservare il Software non più commercializzato o supportato dall'inevitabile estinzione "informatica"; e

2) invogliare i detentori dei rispettivi Copyright a ripubblicare in collana economica o sottoforma di distribuzione Freeware (e pertanto legale) il vecchio Software.

Affinché ciò possa essere raggiunto è importante che detto Software venga distribuito il più possibile tra gli utenti e che venga altresì offerta un adeguato supporto tecnico "parallelo". Nonostante molti lo affermino, l'Abandonware non è né uno spaccio indiscriminato di vecchio Software tantomeno una filosofia per avere la coscienza pulita. Centinaia di Siti dedicati al fenomeno hanno ampiamente dimostrato di non offrire solo Software illegale ma anche di supportare sia l'utente finale che la Software House.
  

E. Come si pongono le Software House ed i diretti interessati

L'Abandonware si basa essenzialmente sulla tolleranza delle Software House e di chiunque detenga i Diritti d'Autore. La tolleranza è dovuta al fatto che da una parte non li si lede economicamente e dall'altra dal fatto che non si lucri su quanto offerto. È pertanto essenziale che chi fornisce materiale Abandonware rispetti in tutto e per tutto le sue Regole.

Ma alla fin fine, ne traggono vantaggio esclusivamente gli utenti finali? Diciamo di sì, ma non solo. I WebMaster della maggior parte dei Siti Abandonware lo fanno per vera e profonda passione, spesso rimettendoci economicamente (come per ogni passione che si rispetti!) ma guadagnandoci sicuramente la stima e l'ammirazione di migliaia di visitatori noché soddisfazione personale. D'altra parte, però, avendo i maggiori siti Abandonware da tempo aggiunto alle loro pagine sia recensioni che link diretti all'acquisto di quel Software erroneamente considerato Abandonware, anche le Software House ci guadagnano in pubblicità gratuita.

Molte Software House e Programmatori, sull'onda dell'entusiasmo dovuto al fenomeno dell'Abandonware, hanno rilasciato come Freeware sorgenti di famosi Software e Videogiochi appoggiando talvolta in maniera esplicita e molto concreta tutta la scena. Tra i Videogiochi rilasciati ufficialmente come Freeware si ricordano, tra gli altri: Betrayal at Krondor, B-17: Flying Fortress, Secret Agent, Red Baron e One Must Fall mentre tra i Programmatori addirittura Al Lowe (padre di Leisure Suit Larry) e Lawrence Lessig (membro dell'Electronic Frontier Foundation)!

F. Cosa NON è Abandonware 

Tutto il software che:

  1. ha meno di 5 anni;
  2. è ancora distribuito da qualche Società;
  3. è ancora supportato da qualche Società;
  4. è stato dichiarato NON Abandonware da qualche Società avente Ditritto.

Ovviamente non esistono eccezioni a queste Regole. Non intendiamo certamente incoraggire la pirateria.

Tanto per citare un esempio eclatante, il vetusto ma ancora amatissimo Zak McKracken & the Alien Mindbenders, NON è Abandonware perché nonostante rientri nei primi 3 punti delle Regole, è specificatamente protetto dall'IDSA per conto del legittimo proprietario, la LucasArts.

G. Elenco di Videogiochi ancora in commercio e pertanto NON Abandonware

Si rimanda direttamente all'Elenco NON Abandon Ufficiale Italiano a cura del SitoSenzaNome.it.

H. In che modo un gioco cessa di essere Abandonware

Quando una Software House, Produttore, Distributore o qualsisasi Società avente Diritto decida di commercializzare o supportare nuovamente un vecchio Titolo o quando una Software House, Produttore, Distributore o qualsisasi Società avente Diritto decida di rivendicare il proprio Copyright.